Intervento prostatico: utilità del controllo post operatorio

July 14, 2017

L’utilità dei controlli dopo l’intervento prostatico

Per un’ipertrofia prostatica o la sclerosi del collo vescicale,
responsabili nel maschio dei disturbi della minzione,
qualora la terapia medica si dimostri inefficace,
è necessario ricorrere all’ intervento per evitare i danni
all’apparato urinario.
Indipendentemente dalla tecnica impiegata, è necessario
eseguire dei controlli ad un mese con una urinocoltura
per escludere la presenza di infezione e con un PSA che sarà il parametro di riferimento dei controlli successivi.
La visita deve confermare mediante l’ecografia prostatica
e la flussimetria che tutto sia nella norma in particolare
il flusso urinario. Infatti a distanza di poco tempo si può
tornare ad urinare male per una sclerosi della loggia prostatica
dovuta ad una cicatrizzazione anomala, complicanza
comunque non frequente. Un semplice intervento
endoscopico ristabilisce la normalità.

sclerosi loggia prostatica

Sclerosi loggia prostatica


Tags:

Ecografia prostatica flussimetria Ipertrofia prostatica sclerosi della loggia prostatica urinocoltura