Home News PSA e ruolo nella diagnosi precoce del tumore

PSA e ruolo nella diagnosi precoce del tumore

524
0
PSA ha ancora oggi un ruolo nella diagnosi precoce del tumore prostatico? Le riflessioni del Prof. Romano Rago,  urologo e andrologo Roma.

PSA ha ancora oggi un ruolo nella diagnosi precoce del tumore prostatico?

Le riflessioni del Prof. Romano Rago,  urologo e andrologo Roma.

Spesso pazienti ed amici mi chiedono se il PSA, marcatore del carcinoma prostatico eseguibile con un semplice prelievo ematico, abbia ancora oggi un ruolo nella diagnosi precoce di questo tumore.
Questa mia precisazione nasce dal fatto che su giornali e riviste si legge che l’esame, a detta di alcuni medici, non sempre è utile eseguirlo perché può consentire la diagnosi di forme silenti ed asintomatiche. Non ritengo che sia una proposta accettabile perché è giusto a qualsiasi età diagnosticare una malattia tumorale; pensiamo al numero enorme di donne salvate eseguendo il Pap Test che ha consentito la diagnosi precoce del
tumore uterino.
Fare la diagnosi di un carcinoma prostatico può poi consentirà tutte le opzioni terapeutiche che vanno dalla vigile attesa alla terapia medica, radioterapia e chirurgica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here